pixel code

DOCUMENTI PER VENDERE UN IMMOBILE: LA LISTA COMPLETA.

DOCUMENTI PER VENDERE UN IMMOBILE: LA LISTA COMPLETA.

DOCUMENTI PER VENDERE UN IMMOBILE: LA LISTA COMPLETA.

Per vendere un immobile in modo sicuro e regolare il venditore deve avere a disposizione una serie di documenti. Scopri con l’Agenzia Sogno Casa Immobiliare quali sono.

Ti stai preparando ad affrontare la vendita della tua casa? Per iniziare il tuo percorso col piede giusto, comincia da subito ad organizzare i documenti necessari. Questi ti serviranno al momento conclusivo della vendita, ma saranno certamente utili anche prima di arrivare al rogito notarile.

Infatti la documentazione, soprattutto quella relativa all’immobile e al suo stato, è fondamentale già quando il tuo agente immobiliare deve stabilire il prezzo adatto al bene attraverso una stima professionale.

Eccoti l’elenco dei documenti che ti consigliamo di procurarti quanto prima.

Dati personali.

  • Dati anagrafici: copia fronteretro della carta di identità valida e del codice fiscale che accertino l’identità del proprietario;
  • Certificato stato civile: un certificato che attesti lo stato libero del venditore/un certificato di matrimonio se è sposato (dove deve essere indicato anche il regime patrimoniale di comunione o separazione di beni)/l’eventuale sentenza di divorzio se divorziato;
  • Permesso di soggiorno valido: se il proprietario è extracomunitario residente nella Comunità Europea.

Documenti che attestano la proprietà.

  • Atto di provenienza dell’immobile: una fotocopia dell’atto notarile di acquisto o donazione o divisione dell’eredità e dichiarazione di successione, in base al titolo con cui il proprietario è entrato in possesso dell’immobile;
  • Contratto di locazione: nel caso in cui l’immobile in oggetto sia locato, il venditore è tenuto a consegnare copia del contratto d’affitto che riporti le generalità dell’inquilino e la durata del contratto.

Documenti che provano la regolarità catastale.

  • Planimetria e visura catastale: nel corso del tempo l’immobile può essere stato sottoposto a modifiche catastali, urbanistiche o edilizie. Perciò è necessario raccogliere tutta la documentazione relativa. La planimetria catastale è la rappresentazione grafica di un’unità immobiliare registrata in Catasto: si tratta di una piantina riprodotta di solito in scala 1:200 o 1:100; può essere richiesta online dai titolari, anche per quota, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento sugli immobili risultanti in catasto. Tali documenti, completi di eventuali variazioni e frazionamenti avvenuti dopo la costruzione, devono essere presentati dal venditore, ma il notaio dovrà comunque verificare e aggiornare le visure fino alla data dell’acquisto;
  • Concessione edilizia: certificazione che viene rilasciata dal comune al costruttore;
  • Condono edilizio: se il proprietario ha fatto delle modifiche all’immobile che sono state oggetto di condono;
  • Certificato di agibilità e abitabilità ed eventuali sanatorie: documentazione che attesta che siano rispettati i requisiti di legge necessari per garantire sicurezza e comfort a chi vive nell’immobile;
  • Relazione tecnica (se il proprietario la possiede): strumento redatto da un ingegnere, architetto o geometra, attraverso il quale il venditore deve garantire, in sede di rogito o donazione, la conformità catastale ed urbanistica dell’immobile;
  • Attestato di prestazione energetica (APE): obbligatorio sia per la compravendita che per la locazione di un immobile, questo documento ha lo scopo di stimare il consumo del calore e le capacità di isolamento. L’APE assegna alla casa una classe energetica (che per legge deve comparire anche negli annunci immobiliari) e ne descrive le condizioni energetiche. Per ottenere il rilascio dell’Attestato di Prestazione Energetica sarà necessario rivolgersi a un tecnico abilitato da un ente competente estraneo alla proprietà, alla progettazione o alla realizzazione dell’immobile, oppure effettuare la richiesta online;
  • Certificato di conformità degli impianti: documento che viene rilasciato dalla ditta che ha eseguito i lavori degli impianti di gas, luce, acqua e ne dichiara la conformità alle normative esistenti;
  • Certificato di destinazione urbanistica: da presentarsi per terreni o giardini superiori a 1000 mq;
  • Autorizzazione beni culturali: se la casa è soggetta a particolari vincoli in quanto classificata come bene culturale, occorre l’autorizzazione della sovrintendenza per procedere con la vendita;
  • Regolamento di condominio: se l’immobile in vendita è un appartamento in condominio richiedi all’amministratore  questo documento e la liberatoria che certifichi che non ci sono pendenze in riferimento ai pagamenti delle quote condominiali;
  • Contratto di mutuo: se l’immobile da vendere è ancora gravato da mutuo è necessario presentare una copia del contratto; se invece il mutuo è stato estinto di recente basta presentare la ricevuta del versamento di estinzione.

Per avere maggiori informazioni o per affidare la tua compravendita a mani esperte e sicure, contatta l’Agenzia Sogno Casa Immobiliare. Sempre a tua disposizione con professionalità e cortesia.

Ti aspettiamo!

©2019 SOGNO CASA di SALVINI MANUELA MARIA CLARA e C. S.A.S. - P.IVA 01292130117
Ruolo Agenti 514 - Iscrizione Società 695