pixel code

Surroga del mutuo: costi e vantaggi per il mutuatario

Surroga del mutuo: costi e vantaggi per il mutuatario

Surroga del mutuo: costi e vantaggi per il mutuatario

La surroga del mutuo, o “portabilità”, rappresenta un'occasione valida per risparmiare sui costi del tuo mutuo attuale. Vediamo come funziona.

La surroga o portabilità del mutuo è l'operazione con cui puoi trasferire il tuo mutuo dalla banca che lo ha erogato a un altro istituto di credito al fine di ottenere condizioni migliori.

Contestualmente all’apertura del nuovo mutuo si possono modificare la durata del finanziamento, lo spread e anche la tipologia di tasso (fisso o variabile).

Spostare il vecchio finanziamento in una nuova banca comporta non poter variare il debito residuo (non si può chiedere un capitale aggiuntivo), ma godere di vantaggi in termini di:

  • TASSO DI INTERESSE: già a partire dal 2012, in seguito ai numerosi interventi della BCE, i tassi di interesse praticati dalle banche sono calati molto. Surrogare e applicare al mutuo uno dei tassi attuali, che toccano nuovi record al ribasso, è una scelta che offre sicuramente buone prospettive di risparmio a chi ha stipulato il proprio mutuo qualche anno fa, quando i tassi di interesse sui mutui erano meno convenienti.

  • DURATA DEL MUTUO: la surroga permette di allungare il piano di ammortamento, in modo che la rata diventi più bassa perché maggiormente "diluita" nel tempo.

Perciò questo rende la portabilità una strada percorribile sia per chi ha difficoltà a far fronte alla rata mensile e desidera alleggerirla, sia per chi semplicemente vuole approfittare dei tassi attuali.

Quanto costa la surroga del mutuo?

La surroga può essere richiesta in qualsiasi momento e quante volte si vuole (anche se è meglio non esagerare). Ogni mutuatario ha il diritto di spostare il suo mutuo ipotecario da una banca ad un’altra senza alcuna spesa a suo carico, infatti:

  • la banca con cui si era stipulato inizialmente il finanziamento non può chiedere penali di estinzione anticipata, trattandosi di un trasferimento, e non di un’estinzione;
  • la nuova banca non può imporre al cliente le spese per la concessione del nuovo mutuo, per l’istruttoria e per gli accertamenti catastali;
  • il passaggio dal notaio è a carico della nuova banca;
  • non sarebbe necessario nemmeno accendere una nuova polizza assicurativa sull'immobile, perché basta cambiare il beneficiario nella polizza redatta a suo tempo con la prima banca;
  • restano valide le detrazioni sugli interessi passivi.

L'unico costo per il mutuatario è la tassa di iscrizione della surroga nei registri immobiliari, pari a 35 euro.

Come ottenere la surroga del mutuo?

Per richiedere la surroga è necessario inviare una lettera raccomandata alla banca che subentra e, per conoscenza, alla banca che ha erogato il mutuo originariamente.

Alla richiesta formale andrà allegata la documentazione composta da:

Documenti anagrafici:

  • copia di un documento d’identità e copia del codice fiscale degli intestatari del mutuo (e dell'eventuale garante);
  • il certificato di nascita;
  • il certificato di stato civile, l'atto di matrimonio contenente tutte le convenzioni matrimoniali relative al possesso di beni o, nel caso in cui chi richiede la surroga sia divorziato o separato legalmente, una copia della sentenza del tribunale.

Documenti reddituali:

  • Se il mutuatario è un lavoratore dipendente → ultimi due cedolini dello stipendio, una copia del Cud (Certificazione unica) oppure una copia del modello 730 o dell’Unico.
  • Se il mutuatario è un lavoratore autonomo o libero professionista → estratto che certifichi l’iscrizione alla Camera di commercio (nel primo caso) e il certificato di iscrizione all’Albo professionale (nel secondo caso), oltre che una copia della dichiarazione dei redditi (modello Unico).

Documenti relativi al vecchio mutuo:

  • copia del compromesso,
  • copia dell’atto d'acquisto dell’immobile,
  • copia della nota dell’iscrizione dell’ipoteca,
  • copia del certificato di abitabilità e la planimetria dell’immobile nella quale devono essere specificate le pertinenze e le proprietà confinanti,
  • i conteggi relativi al debito residuo calcolati al giorno esatto previsto per la firma della surroga.

La legge prevede che la banca originaria non possa opporsi alla surroga e che il trasferimento si concluda in 30 giorni lavorativi.

Ricorda che è essenziale confrontare le proposte di vari istituti di credito per individuare le condizioni migliori per te in vista della surroga, ma soprattutto al momento dell'accensione di un nuovo mutuo per l'acquisto di un immobile.

L’Agenzia Immobiliare Sogno Casa ti guida nell’acquisto della tua casa consigliandoti anche nell’eventuale ricerca della forma di finanziamento più adatta a te.

Contattaci per maggiori informazioni!

©2019 SOGNO CASA di SALVINI MANUELA MARIA CLARA e C. S.A.S. - P.IVA 01292130117
Ruolo Agenti 514 - Iscrizione Società 695